Lina_100

LA MIA STORIA

Lina nell'estate 2018

Siamo genitori di Lina, una bambina di quattro anni che a prima vista é una ragazza completamente consueta. I suoi inizi erano difficili, era nata come prematura in 24 settimane di gravidanza, grande 31 centimetri e pensava 620 grammi. Subito dopo la nascita é cominciata la sua lotta per la sopravvivenza, hanno iniziato molti dolori, assenza dei genitori, diverse complicazioni. Dopo gravi complicazioni e una difficile operazione é morta la sua dizigotica sorella gemella.

Lina il giorno in cui è nata - 25. 12. 2014

Lina ha dopo il parto cesareo molto stressante riportato emorragia cerebrale del lato sinistro, infezione per gram-positivo enterobatterio (Stafilococus Aureus, Escherichia Coli e Enterococus Faecalis), piú forte tipo di anemia, diabete, forte lesione degli organi respiratori ed era immediatamente intubirata ecc. Lina é ancora sempre debole, il muco la allaga , infatti é stata ventilata fino al 46. giorno dopo il parto. Si é svillupata anche la malatia pšolmonare cronica (cosidetto bronhopulmonale displasia), che alla dottrina medicale la accompagnerá tutta la vita. Dopo la dimissione dall’ospedale era necessario anche la cura con ossigeno.  Fino alla dimissione dall’ospedale hanno apparso molte complicazioni e a malapena abbiamo evitato all’operazione del cuore (il condotto di Bottale della bambina é chiuso relativamente tardi) e al’operazione dell’ernia (come effetto dei forti crampi e tensioni).

Come sono le difficoltá?

Lina é di vista una bambina simpatica, che soffre forti traumi, dolori, disturbi e ha molti problemi di salute come:problemi neurologici (sospettato di una forma lieve di paralisi cerebrale), disturbi sensoriali con problemi problemi propriocettivi (sensazione cattiva del proprio corpo) , un notevole arretrato in tutte le aree dello sviluppo (locomotore, cognitivo, abilità motorie, socio-emozionale,  capacitá di parlare e mentale) , grave alterazioni di nutrizione con ipersensibilitá e piú cattiva capacitá motorie della civitá orale, spettro autistico disturbo con aggregato ADHD, mancanza di indipendenza con grave disturbo del linguaggio (unverbalitá), problemi di salute (problemi immunitari e gastrointestinali con sospetto  di cronica flogistica malattia intestinale, peggia funzione dei reni, allergie e intolleranze, vomito continuo, …) e piú debole sviluppo del movimento (a causa dei problemi con spasticità, ipertonia e ipotonia contemporaneamente).

Lina é con i suoi quattro anni  completamente subordinata, dipende dai suoi genitori, ha bisogno della cura 24 ore al giorno, é ancora in fasce, é unverbale, dall’ aspetto di igiene, nutrizione e abbigliamento dipende completamente dalla sua mamma.  

In apparenza la bambina positiva con molta pazienza vive sempre con dolori e malessere, é menomata da molte cose, che sono possibili e evidenti agli altri bambini. Per tutti questi problemi siamo attaccati all’ambiente domestico e al nostro domicilio.

Che cosa facciamo per la nostra bambina

Le possibilitá della cura per i bambini malati com’é la nostra Lina sono in Slovenia molto limitate. Momentaneamente diamo un gran rilievo al cibo che non causa allergie e intolleranze, stimoliamo digestione  con enzimi, aggiungiamo diversi ingredienti per migliorare nutrizione.Lina visita la terapia di lavoro e va dalla logopedista. La terapia si svolge nella camera sensoriale che è adatta ai bambini con bisogni speciali usando il metodo “floortime”. Lina ha una cameretta sensoriale improvvisata anche a casa, dove i genitori secondo le istruzioni della logopedista, della terapeuta e della pedagogista speciale con la bambina esercitano alcune ore ogni giorno.

Lina_3_zgodbaIn conformità con le capacità i genitori tentano di assicurare anche altre terapie private dai terapeuti qualificati per il lavoro con i bambini con bisogni speciali. Recentemente sono insorti problemi con il bacino e cosí la bambina ha bisogno dell’aiuto del neurofisiologo (ancora aspettiamo questo aiuto), le pagheremo anche qualche ora della terapia pedochinetica privata. Tutto questo é assolutamente troppo poco per il bambino malato com’ é la nostra Lina perché le lesioni erano troppo gravi.  Occorre urgentemente di affrontare la soluzione dei problemi interamente, allora dare alla bambina la possibilitá di visitare tutte le terapie che attiveranno e sosterranno la rigenerazione dei cervelli, degli intestini, ecc.

Che cosa aiuterebbe?

Perché Lina é il nostro bambino unico sopravvissuto, desideriamo solamente due cose, che Lina sarebbe indipendente e sana, dipendente da se stessa e non dal bilancio dello stato e soprattutto felice, che finalmente comincerebbe a vivere la vita, le non conosciuta finora, sempre menomata per le cose normali per altri bambini.

I genitori siamo ottimisti per il suo futuro perché all’estero esistono i metodi contemporanei. Per i problemi, che ha la nostra Lina, sono alle dichiarazioni di genitori sloveni e stranieri eccezionalmente di successo le terapie con una camera iperbarica e trapianto di cellule staminali, la combinazione di tutte e due da un esito meraviglioso, ma la cosa piú importante é che queste terapie non hanno effetti collaterali e regressivi.   

Le cellule staminali sono le cellule primitive, la loro caratteristica speciale é, che possono svilupparsi in qualsiasi cellula, allora possono sostituire vecchie, ferite cellule dei tessuti e organi. Questo metodo si usa di successo all’estero per la cura delle difficoltá gastroenterologiche, neurologiche e lesioni traumatologiche dei cervelli, dunque per la cura dei problemi della salute che ha Lina.

Le cellule staminali trapiantate hanno effetti  positivi e terapeutici su tutto il sistema intero e su tutti gli organi importanti.Le cellule staminali influenzano lo sviluppo del cervello, essenzialmente riducono ovvero riparano il ritardo nello sviluppo (il ritardo da Lina é enorme), perché si concentrano sulle aree danneggiate del cervello e sono regolatore di memoria, concentrazione, attenzione, discorso e cosí via.Tutto questo

ha un’influenza di vasta portata su indipendenza, cura di se stesso, comunicazione,  sviluppo delle capacitá professionali. Inoltre le cellule staminali :

  • influenzano il miglior flusso di sangue e ossigeno nel cervello e aumentano la sostituzione di neuroni difettosi con quelli nuovi,
  • aumentano la capacitá rigenerativa del cervello danneggiato e sostituiscono delle cellule cerebrali perse con le cellule nuove,
  • influiscono sui centri sensoriali del cervello responsabili degli stimoli sensoriali, che influiscono anche su abitudini alimentari, indigestione e discorso – i problemi che riguardano anche Lina,
  • influiscono sul metabolismo e  sul sistema immunitario, riparano le cellule danneggiate e tessuto e normalizzano la funzione degli organi interi (per esempio: del fegato, del rene).   

Che cosa si puó aspettare dopo le terapie?

Miglioramenti sul campo neurologico (ritardo nello sviluppo, mancanza di indipendenza, disturbo alimentare e del discorso, disturbi sensoriali, problemi propriocettivi ecc.).

Da Lina si puó aspettare dopo diverse terapie con le cellule staminali: migliore tolleranza dei diversi alimenti, diminuita sensibilitá sensoriale, digestione migliore, aumento delle abilitá verbali, aumento delle capacitá per l’assistenza personale, mantenimento di attenzione e concentrazione innescando processi di apprendimento, raggiungimento graduale del progresso nello sviluppo ecc.

Dopo la terapia con cellule staminali si puó aspettare anche riduzione dell’ipertensione alle estremità (riduzione della spasticitá), accelerato sviluppo mentale, migliore adattamento sociale.

Le cellule staminali promettono molto soprattutto nel campo verbale, in cui Lina é ancora specialmente cattiva. Il discorso ha un ruolo importantissimo entrando nelle interazioni rispettive con altra gente, di conseguenza stanno migliorando anche capacitá motoria, cognizione, contatto visivo, capacitá di apprendimento, consapevolezza di se stesso, abilitá sociali ecc.

Migliorazioni, che si possono aspettare nella zona gastroenterologica (malattia infiammatoria cronica intestinale)

La terapia con le cellule staminali ha grande successo nel trattamento dell’infiammazione intestinale. Dopo la terapia da Lina si aspetta separazione autonoma delle feci anche piú volte al giorno, migliore digestione del cibo, allora pezzi di cibo sparirebbero dalle feci, riduzione di muco e sangue nelle feci, miglioramento della consistenza delle feci.

 

Quindi, riassumendo brevemente l’essenza, la terapia con cellule staminali di Lina migliorerà significativamente il suo stato di salute neurologica, gastroenterologica e generale, e come tale avrà un ruolo chiave nel percorso verso l’autonomia e lo sviluppo in tutte le aree.

 

Il nostro unico desiderio grandissimo é, che la nostra figlia unica sarebbe indipendente, che non sarebbe dipendente dalle istituzioni diversi e dal bilancio dello stato, invece che lei come una cittadina contribuirebbe al bilancio. Crediamo che capiate la cura dei genitori per il futuro incerto, che il  bambino dopo la morte dei genitori dovrá andare in un istituto.

Una terapia con le cellule staminali costa 10.000 €, ma nessuno puó predire il numero delle terapie necessarie per Lina, ma lei sicuramente non bisognerá solamente di una, basato sulle esperienze con i bambini con simili lesioni come é la nostra Lina.Dieci terapie successive coesistenti con l’immersione con una camera iperbarica di ossigeno costano circa 600 €.

 

Perché lavora solamente il marito sono queste terapie un sogno irraggiungibile. Desideriamo e speriamo che con la Vostra bontá e il Vostro umanitario riusciremo a realizzare i sogni per la nostra combattente piccola Lina.

 

Tutte le informazioni su Lina sono disponibili sul link:
 
Vi ringraziamo sinceramente in avanti per il Vostro aiuto.

Il Vostro contributo potete trasferire sul conto sotto:

Numero del conto:051008015567619 (Abanka)

BIC/SWIFT: ABANSI2X (Abanka)

numero di riferimento:29365

Scopo: per Lina
 
Il conto é aperto da Škofijska Karitas Celje